HOME
LA SCUOLA
PER LE FAMIGLIE
PERSONALE
COMUNICAZIONI
SERVIZI
Sito aggiornato al 18-11-2017
CARTA DEI SERVIZI

CARTA dei SERVIZI
del Liceo Scientifico Carducci


Sommario
PREMESSA
A - Principi fondamentali
A1. Uguaglianza e imparzialità
A2. Pluralismo
A3. Regolarità del servizio
A4. Accoglienza e integrazione
A5. Diritto di scelta
A6. Obbligo scolastico e frequenza
A7. Partecipazione, efficienza e trasparenza
A8. Libertà d'insegnamento e aggiornamento del personale
B - Servizio didattico
B1. Area didattica
B2. Accesso ai laboratori e alla biblioteca
B3. Rapporti con le famiglie
B4. Attività di partecipazione delle Componenti Collegiali
C - Uffici
C1. Segreteria
C2. Reclami
C3. Condizioni Ambientali
C4. Attuazione

Premessa
E' un documento che risponde alle esigenze di trasparenza del servizio erogato. Esso definisce e comunica alle famiglie, agli studenti e alla società nelle sue articolazioni anche territoriali i principi ispiratori e le caratteristiche delle attività svolte.
La Carta del Servizi affianca gli altri documenti fondamentali dell'Istituto G. Carducci:
a) Piano dell'Offerta Formativa a.s. 2015-2016, il POF
b) il Progetto Educativo di Istituto, il PEI
c) il Regolamento di Istituto
d) il contratto formativo
e) lo Statuto delle Studentesse e degli Studenti

A. Principi fondamentali
La Carta dei Servizi ha come fonte d'ispirazione fondamentale la Costituzione Italiana; in particolare fa riferimento agli articoli 3, 21, 33, 34.

1) Uguaglianza e imparzialità
Il servizio scolastico nel suo complesso (istruzione, educazione, rapporti con le famiglie, ecc.) è erogato secondo criteri di equità, obiettività, rispetto reciproco dei diritti dei fruitori e degli erogatori.
L'Istituto G. Carducci garantisce che nessuna discriminazione venga esercitata per motivi di sesso, razza, etnia, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni psico-fisiche e socio-economiche.
L'Istituto garantisce parità di condizioni e di apprendimento per tutti gli allievi.

2) Pluralismo
L'Istituto G. Carducci pone alla base del proprio operare pedagogico il pluralismo delle ispirazioni culturali, ideali e metodologiche; considera motivo di arricchimento il confronto fra le diverse posizioni degli allievi, delle famiglie, degli insegnanti e di tutti coloro che concorrono all'Offerta Formativa.

3) Regolarità del servizio
La scuola garantisce la regolarità e la continuità del servizio, impegnandosi a segnalare tempestivamente all'utenza qualsiasi variazione.

4) Accoglienza e integrazione
L'Istituto G. Carducci ha l'obiettivo di garantire la formazione culturale degli allievi e, in collaborazione con le famiglie, la formazione umana e civile. Favorisce l'accoglienza e la piena integrazione degli studenti con particolare riguardo alle situazioni problematiche attraverso:
a) iniziative atte a far conoscere strutture, forme organizzative, metodologie didattiche, Piano dell'Offerta Formativa, Piano Educativo d'Istituto, Regolamento d'Istituto, Contratto Formativo, Statuto delle Studentesse e degli Studenti.
b) Attività volte a facilitare la conoscenza dei nuovi iscritti da parte dei docenti con l'ausilio di test e questionari per impostare una corretta programmazione annuale, educativa e didattica.
c) L'organizzazione entro il secondo mese di lezione di un incontro fra genitori dei nuovi iscritti e docenti del Consiglio di Classe per una prima reciproca conoscenza.
d) L'Istituto garantisce forme di monitoraggio tendenti a orientare, recuperare, integrare quanti incontrano difficoltà cognitive o di socializzazione e conseguenti strategie didattiche mirate.
5) Diritto di scelta
La scelta di iscriversi in questo Istituto è libero.
Nel caso in cui il numero di richieste d'iscrizione fosse incompatibile con le caratteristiche strutturali dell'Istituto, i criteri di scelta sono fissati dal Consiglio d'Istituto.

6) Obbligo scolastico e frequenza
L'obbligo scolastico, il proseguimento degli studi e la regolarità della frequenza sono assicurati con interventi di prevenzione e controllo dell'evasione e della dispersione scolastica.
La frequenza scolastica è obbligatoria, viene quotidianamente controllata e le assenze degli studenti comunicate alle famiglie.

7) Partecipazione, efficienza e trasparenza
L'Istituto considera la trasparenza nei rapporti interni e in quelli con l'utenza condizione fondamentale per favorire la partecipazione alla gestione sociale della scuola.
Esso s'impegna a favorire le attività extra-scolastiche che vedano la scuola come centro di promozione culturale, sociale e civile, consentendo l'uso dell' edificio e delle attrezzature al di fuori dell'orario del servizio scolastico. Inoltre, in stretta collaborazione con le Istituzioni competenti, si impegna a favorire attività extra-curricolari. Infine, per promuovere ogni forma di partecipazione, garantisce la massima semplificazione delle procedure, compatibile con le norme e un'informazione completa e trasparente.

8) Libertà d'insegnamento e aggiornamento del personale
La libertà d'insegnamento si realizza nel rispetto della personalità dell'alunno e si fonda sul presupposto della conoscenza aggiornata delle teorie psico-pedagogiche, delle strategie didattiche, delle moderne tecnologie educative e sul confronto collegiale con gli altri operatori. Ciò implica una continua attività di ricerca metodologica e didattica per facilitare le potenzialità evolutive e per contribuire allo sviluppo armonico della personalità. L' aggiornamento è, quindi, per il docente un diritto dovere. La Direzione dell'Istituto ha il compito di promuovere e favorire la partecipazione all'attività di formazione del proprio personale, tenuto conto dei vincoli di servizio.
B. Servizio didattico
1) Area didattica
La scuola, con l'apporto delle competenze professionali del personale, con la collaborazione e il concorso delle famiglie e delle istituzioni, è responsabile della qualità delle attività educative. Queste sono svolte secondo le linee generali e le decisioni del Collegio Docenti e dei Consigli di Classe. I compiti di questi Organismi sono descritti nel P.O.F. e così pure le linee metodologiche didattiche, le finalità educative e le caratteristiche del servizio erogato.

2) Accesso ai laboratori e alla biblioteca
L'uso dei laboratori è previsto dalla programmazione didattica ed è riservato ad attività che prevedono una ricaduta nell'attività didattica stessa.
La biblioteca è aperta a tutte le persone operanti nella scuola sia per la consultazione sia per i prestiti

3) Rapporti con le famiglie
L'istituto considera la trasparenza nei rapporti con le famiglie condizione fondamentale per favorire la partecipazione democratica alla gestione della scuola e per svolgere un'azione didattica e formativa efficace.
Le famiglie ricevono tempestiva comunicazione sull'andamento scolastico degli studenti attraverso:
a) la pagella dei voti quadrimestrale
b) l'apposito libretto che contiene le valutazioni orali, scritte, pratiche in tutte le materie
c) i colloqui con gli insegnanti secondo il calendario comunicato dai singoli docenti
In caso di situazioni particolarmente gravi e urgenti, la famiglia è convocata telefonicamente dal Coordinatore didattico o dal Coordinatore di classe.

4) Attività di partecipazione delle Componenti Collegiali
Si rimanda al Piano dell'Offerta Formativa a.s. 2015-2016
C. Uffici
1) Segreteria
La segreteria svolge le seguenti funzioni:
a) riceve le iscrizioni dei nuovi alunni
b) provvede al controllo e al perfezionamento delle iscrizioni
c) rilascia certificati e diplomi
d) custodisce le pagelle e le rende disponibili per la consultazione a genitori e studenti che ne facciano richiesta
e) rilascia copie a coloro che ne facciano richiesta dei documenti giacenti presso la scuola, nel rispetto della legge sulla trasparenza e sulla privacy. La segreteria si occupa delle pratiche del personale della scuola.

L'Istituto individua, garantendone l'osservanza e il rispetto, i seguenti fattori di qualità per l'accesso ai servizi e per il loro miglioramento con riferimento a:
a) chiarezza e completezza di'informazione
b) celerità delle procedure amministrative
c) trasparenza e affidabilità
d) ascolto dell'utenza
e) gestione ottimale delle attese
f) flessibilità e comodità degli orari di apertura

In particolare il Coordinatore didattico riceve dal Lunedì al Venerdì su appuntamento dalle ore 8,15 alle ore 18,30 e il Sabato dalle ore 8,30 alle ore 12,30.
La segreteria è aperta al pubblico dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8,15 alle ore 18,30 e il Sabato dalle ore 8,15 alle ore 12,30.
Gli studenti possono recarsi in segreteria dalle ore 8,15 alle ore 8,30 e durante l'intervallo delle lezioni.
La segreteria garantisce il completamento della procedura d'iscrizione contestualmente alla consegna della documentazione da parte della famiglia, rilascia certificati d'iscrizione, frequenza ecc. entro tre giorni dalla richiesta. Certificati con urgenze documentate, compatibilmente con le esigenze d'ufficio, potranno essere rilasciati nella stessa giornata della richiesta.
2) Reclami
Chiunque può sporgere reclami su ciò che non ritiene conforme al P.O.F., alla Carta dei Servizi, al Contratto Formativo, al Progetto Educativo d'Istituto, al Regolamento d'Istituto, allo Statuto delle Studentesse e degli Studenti.

3) Condizioni ambientali
La scuola si impegna a garantire un ambiente scolastico pulito, accogliente e sicuro.
Le condizioni d'igiene, di sicurezza dei locali e dei servizi conformi alla Legge 626/94, assicurano una permanenza a scuola confortevole e sicura per gli alunni e per il personale. Tutte le componenti scolastiche, per quanto di loro competenza, devono assumere atteggiamenti e adottare comportamenti utili a mantenere le condizioni sopra indicate.

4) Attuazione
Le varie componenti scolastiche (docenti, studenti, genitori, personale amministrativo) possono proporre emendamenti soppressivi o integrativi alla presente Carta dei Servizi.
Il Consiglio d'Istituto, in presenza di proposte di emendamenti, è tenuto a riunirsi, entro 20 giorni dall'avvenuta notifica della proposta e a pronunziarsi, accogliendola o respingendola, con articolata motivazione. Le proposte devono essere sottoscritte da un decimo della componente genitori-alunni e da un terzo della componente docente o amministrativa.
Tutte le norme contenute nella presente Carta sono vincolanti fino a nuove posizioni modificative, contenute o in nuove norme di legge o in successivi provvedimenti del Consiglio d'Istituto